Portale della provincia di Biella

Collegamenti ai contenuti della pagina:
il contenuto della pagina
il menu di navigazione
il motore di ricerca
» Visualizzazione predefinita
» Versione ad alto contrasto

 

Menu di navigazione

Contenuto della pagina

Iscrizione nell'elenco disabili

Modalità d'iscrizione nell'elenco dei disabili

Possono iscriversi alle liste del collocamento mirato:
• Soggetti regolarmente iscritti nell’elenco anagrafico provinciale dei disoccupati

Se appartenenti a queste categorie
(art. 1 legge 68/99):
1) Invalidi civili con minorazioni "fisiche", "psichiche" e "sensoriali" e portatori di "handicap intellettivo", con una percentuale d’invalidità pari o  superiore al 46%, purché con residue capacità di lavoro accertate
2) Invalidi del lavoro con riduzione della capacità lavorativa almeno del 34%
3) Non vedenti
4) Sordomuti
5) Invalidi di guerra, invalidi civili di guerra e invalidi per servizio, con minorazioni comprese fra la 1° e l’8° categoria descritte nelle tabelle annesse al “Testo unico delle norme in materia di pensioni di guerra”.

Documentazione da presentare
L’iscrizione va richiesta dall’interessato presso il Centro per l’Impiego presentando:

• verbale di invalidità in originale o in copia conforme
• verbale di visita medica per il collocamento mirato, (scheda per la definizione delle capacità lavorative, rilasciata ai sensi dell’art. 1 comma 4 della legge 68/99 e del D.P.C.M. 13 gennaio 2000)

Se il lavoratore è già in possesso di verbale d’invalidità, ma non ha ancora la scheda, dovrà richiedere per via telematica la visita medica all’INPS, direttamente o per il tramite dei patronati accreditati e potrà iscriversi solo quando sarà in possesso dell’esito.

Solo gli invalidi del lavoro possono iscriversi con il solo verbale d’invalidità, in quanto la visita medica per il collocamento mirato viene richiesta dall’Ufficio Collocamento Disabili alla Commissione Multidisciplinare istituita presso l’INAIL di Biella.

Cosa si fa dopo l'iscrizione

Successivamente all'iscrizione il lavoratore effettua un colloquio di orientamento che consente agli operatori di conoscere disponibilità, attitudini professionali, competenze possedute e, al contempo, di fornire tutte le informazioni e le indicazioni utili in riferimento ai servizi offerti.

I dati raccolti verranno incrociati con le indicazioni contenute nel verbale di visita medica per il collocamento mirato ed il quadro che emergerà servirà da riferimento per le segnalazioni mirate alle aziende.

Nel verbale si trova infatti la valutazione delle capacità lavorative residue del lavoratore, utili per inserirlo in un’attività compatibile, tenendo conto anche dei problemi connessi con l’ambiente e le relazioni interpersonali sui luoghi di lavoro. In essa è altresì contenuta una relazione conclusiva recante suggerimenti su eventuali strumenti tecnici (ad es. adeguamento postazioni di lavoro, abbattimento barriere architettoniche, etc.) e forme di sostegno (ad es. supervisione, tirocinio, periodi formativi, etc.) finalizzati all’inserimento lavorativo.

Contatti per i lavoratori

E’ possibile richiedere il colloquio e mantenere i successivi contatti con gli operatori:
Enrico Vallino (tel. 015 – 8480687)
Lorena Lucchin (tel. 015 – 8480691)
 

Data pubblicazione: 21/03/2014 - (Ultimo aggiornamento: 21/03/2014)

Collocamento obbligatorio
Logo Provincia di Biella
 

Torna all'inizio