Portale della provincia di Biella

Collegamenti ai contenuti della pagina:
il contenuto della pagina
il menu di navigazione
il motore di ricerca
» Visualizzazione predefinita
» Versione ad alto contrasto

 

Menu di navigazione

Contenuto della pagina

Soggetti interessati

Soggetti interessati

Datori di lavoro

La Legge 68/99 si rivolge ai datori di lavoro sia pubblici sia privati che, avendo come base di computo più di 14 dipendenti sono obbligati ad assumere nel loro organico lavoratori disabili.
In relazione al numero dei dipendenti che costituiscono la base di computo, rientrano nelle seguenti classi:

  • da 15 a 35 dipendenti: sono tenuti all’assunzione di 1 disabile;
  • da 36 a 50 dipendenti: sono tenuti all’assunzione di 2 disabili;
  • oltre i 50: sono tenuti all’assunzione di un numero di disabili pari al 7% dei lavoratori occupati e pari all' 1% dei soggetti appartenenti alle categorie protette dei profughi, orfani e vedove per cause di guerra, servizio e lavoro ed equiparati.

Per le aziende da 15 a 35 dipendenti l’obbligo sorge solo nel momento in cui si effettua un incremento di organico attraverso una nuova assunzione.

Per calcolare esattamente la classe di appartenenza e, di conseguenza, definire il numero e la categoria di persone da assumere, il datore di lavoro deve fare riferimento alla tabella connessa alla compilazione del Prospetto Informativo, che si invia annualmente al Centro per l’Impiego.


Lavoratori

La nuova Legge mira a realizzare un effettivo inserimento nel mondo del lavoro delle persone disabili in età lavorativa, dai 16 ai 65 anni, che rientrano nelle seguenti tipologie di disagio:
  • invalidi civili, con minorazioni fisiche, psichiche e sensoriali e portatori di handicap intellettivo, con una percentuale d’invalidità pari o superiore al 46%, purché con residue capacità di lavoro accertate;
  • invalidi del lavoro, con una percentuale d’invalidità pari o superiore al 34%;
  • non vedenti;
  • sordomuti;
  • invalidi di guerra, invalidi civili di guerra, invalidi per servizio, con minorazioni comprese fra la 1° e l’8° categoria descritte nelle tabelle annesse al “Testo unico delle norme in materia di pensioni di guerra”.

L’insieme dei soggetti appartenenti a queste diverse tipologie costituisce l’elenco unico delle persone disabili.

Questa legge, in via transitoria e in attesa di una disciplina organica, si occupa anche di disoccupati profughi, orfani e vedove per cause di guerra, servizio e lavoro ed equiparati.
Tali soggetti sono raggruppati a costituire l’elenco delle categorie protette, separato rispetto al precedente.

I lavoratori accedono ai servizi richiedendo personalmente l’iscrizione.

Ogni anno il Centro per l’Impiego redige una graduatoria degli iscritti al collocamento obbligatorio, suddivisa per tipologie di lavoratori (disabili o appartenenti all’elenco separato): questa sarà utilizzata per gli avviamenti numerici cioè fatti su assegnazione diretta dell’ufficio, o presso i datori di lavoro privati o presso gli enti pubblici.

Concorrono a determinare il punteggio della graduatoria i seguenti elementi:
  • anzianità di iscrizione del lavoratore
  • eventuale carico familiare
  • condizione economica
  • grado d’invalidità


Entro il 31 dicembre di ogni anno gli iscritti devono pertanto dichiarare il reddito lordo relativo all’anno precedente.

Collocamento obbligatorio
Logo Provincia di Biella
 

Torna all'inizio