Portale della provincia di Biella

Collegamenti ai contenuti della pagina:
il contenuto della pagina
il menu di navigazione
il motore di ricerca
» Visualizzazione predefinita
» Versione ad alto contrasto
» Versione a risparmio energetico

 
 

Menu di navigazione

Contenuto della pagina

Osservatorio sulla disabilità

Osservatorio provinciale sulla disabilità


La ricerca Osservatorio disabilità della provincia di Biella, realizzata dalla società QRS-Biella , si pone come una naturale conseguenza di un percorso iniziato da diversi anni da un insieme di organizzazioni istituzionali e del Terzo Settore, che sentirono la necessità di formare un gruppo, il Tavolo AbilityBiella coordinato dall’ASLBI, che trattasse della disabilità e dell’informazione connessa al tema, tramite la creazione di un sito internet www.abilitybiella.it ormai non più attivo e l’istituzione di una decina di sportelli presso vari enti e associazioni, per la comunicazione diretta con la persona disabile e con la sua famiglia.

Nel 2006 i Piani di Zona del Biellese Orientale ed Occidentale hanno evidenziato la necessità di costituire un Osservatorio provinciale sulla disabilità avendo riscontrato, quali bisogni emergenti, la necessità di maggiore informazione su servizi, diritti e procedure, quali principali criticità la scarsa integrazione tra servizi socio-sanitari e, tra le proposte di miglioramento, un maggiore lavoro di rete e di collaborazione tra Pubblico e Privato. A tale scopo entrambi i Piani di Zona hanno dato mandato al Tavolo AbilityBiella di effettuare delle ipotesi operative sul funzionamento di un osservatorio provinciale sulla disabilità.

Il documento finale del Piano di zona individua nell’area disabilità la criticità della “carenza di informazione su servizi, diritti e procedure”, oltre ad una “scarsa sensibilità e cultura sulla disabilità da parte della comunità locale”, indicando i compiti di un “Osservatorio: costruire informazione, comunicazione, cultura” (Consorzio IRIS, Piano di Zona 2006-2008, pagg.128-130).

Nel 2007, inoltre, è stato approvato il Piano Socio Sanitario Regionale 2007-2010 che pone particolare attenzione all’integrazione tra servizi sociali e sanitari inserendo, con lo scopo di promuovere salute e benessere sociale, la programmazione integrata a livello regionale e locale nelle strategie generali di sviluppo: per raggiungere questo obiettivo il Piano evidenzia l’importanza di porre la persona al centro dell’attenzione riducendo e semplificando i percorsi interni al sistema e facendo in modo che il servizio si accolli l’onere del percorso. Il luogo in cui la Regione ha previsto la fattibilità dell’integrazione sopracitata è il Distretto socio-sanitario, che coincide con il territorio relativo al Consorzio socio-assistenziale.

Lo strumento dell’Osservatorio provinciale ha quindi risposto al bisogno di “costruire informazione, comunicazione, cultura”, mediante una guida ai servizi esistenti sul territorio composta da 18 schede, che si possono trovare on-line e stampare per essere distribuite al fine di informare dei diritti che le famiglie non sempre conoscono in modo puntuale, indicando come fare e a chi rivolgersi nei casi di necessità.

Il materiale divulgativo realizzato è stato affiancato da una ricerca volta ad esaminare i diversi percorsi esistenti nell’ambito delle disabilità, analizzare le eventuali criticità e presentare, in un unico documento, le fonti e i dati più aggiornati in ambito provinciale.



 
Pagine correlate
Osservatorio sulla disabilità
 

Torna all'inizio