Portale della provincia di Biella

Collegamenti ai contenuti della pagina:
il contenuto della pagina
il menu di navigazione
il motore di ricerca
» Visualizzazione predefinita
» Versione ad alto contrasto
» Versione a risparmio energetico

 
Ti trovi in: [H]  Home » [S]  Sezioni » Caccia e pesca » Nuove regole per la pesca
 

Menu di navigazione

Contenuto della pagina

Nuove regole per la pesca

Nuove regole per la pesca nella Provincia di Biella

La Provincia di Biella, nelle more dell'approvazione del Piano Ittico regionale, ai sensi del Regolamento regionale approvato con D.P.G.R. 21 aprile 2008, n. 6/R (ora sostituito dal D.P.G.R. 10/01/2012, n. 1/R), ai soli fini dell'attività alieutica ha adottato diversi provvedimenti attuativi in materia di pesca.
Questi provvedimenti, alla luce del nuovo regolamento regionale D.P.G.R. 10/01/2012, n. 1/R, sono stati tutti raccolti in una sola deliberazione, la D.G.P. n. 31 del 13/02/2012, parzialmente modificata dall'Atto Commissariale n. 15 del 18.02.2013.
Di seguito vengono riassunte le disposizioni particolari adottate dalla Provincia di Biella per l'attuale stagione piscatoria.
TROTA FARIO: Misura minima  per il pescato
Al fine di favorire una riproduzione naturale delle trote e consentire la crescita dei riproduttori, è stato stabilito, esclusivamente per le zone salmonicole, che la misura minima per il pescato è pari a 24 cm.
ATTREZZI CONSENTITI PER L’USO DELLA PESCA DILETTANTISTICA NELLE ACQUE SALMONICOLE
Gli attrezzi consentiti per la pesca sono evidenziati in dettaglio nel Vademecum del pescatore biellese. In particolare si ricorda che è vietato, nelle acque classificate salmonicole, l’utilizzo di ami dotati di ardiglione, in alternativa è possibile utilizzare ami con ardiglione reso inerme mediante schiacciamento. Inoltre tutti gli ami armati con esca naturale non potranno avere un’apertura inferiore a 7 mm
DIVIETO DI PESCA NELLE ACQUE CLASSIFICATE SALMONICOLE
Nelle acque classificate salmonicole è vietato esercitare la pesca dilettantistica nei giorni di martedì e venerdì ad eccezione dei festivi.
trota mediterranea
ZONE DI PROTEZIONE E RIPOPOLAMENTO
Sono state rinnovate e parzialmente modificate le zone di divieto di pesca, inserendo una nuova zona sul Rio Caneglio nel Comune di Crevacuore ed eliminando il divieto sul Rio Artignaga nei Comuni di Mosso e Vallemosso.
ZONE "NO KILL"
Nelle zone di pesca con rilascio obbligatorio del pesce, è consentita esclusivamente la tecnica della pesca a mosca.
REGOLAMENTO DELLA PESCA ALLA CARPA E DELLA TECNICA DEL CARPFISHING NEI BACINI ARTIFICIALI DELLE ACQUE CIPRINICOLE
DELLA PROVINCIA DI BIELLA
E' stato ribadito nell'atto commissariale:
  • Il periodo di divieto di pesca alla specie carpa è compreso dal 1° giugno al 30 giugno come da disposizioni regionali. Dal 1° maggio al 31 maggio è consentita la pesca alla carpa rigorosamente solo NO KILL.
  • la postazione di pesca del carpista deve avere una lunghezza minima di 25 m
  • esclusivamente nella disciplina del CARPFISHING è fatto obbligo di detenzione  ed uso, debitamente bagnato, di guadino con bocca non inferiore a 80 cm ed inoltre del materassino appoggio cattura e di adeguati disinfettanti per eventuali lacerazioni dell'apparato boccale.
ATTENZIONE:

Per tutti i dettagli, compresa la localizzazione delle zone di divieto e no Kill si rimanda al Vademecum, riportato in calce a questa pagina.

Aggiornato al 1 gennaio 2016

 

Data pubblicazione: 28/06/2016 - (Ultimo aggiornamento: 21/02/2017)

 
Caccia e pesca
Logo Provincia di Biella
 

Torna all'inizio