Portale della provincia di Biella

Collegamenti ai contenuti della pagina:
il contenuto della pagina
il menu di navigazione
il motore di ricerca
» Visualizzazione predefinita
» Versione ad alto contrasto
» Versione a risparmio energetico

 
Ti trovi in: [H]  Home » [S]  Sezioni » Cultura
 

Menu di navigazione

Contenuto della pagina

Trecento in bando, la premiazione in Sala Consiglio
300 in bando - premiazione
Trecento in bando, la premiazione in Sala Consiglio
Una mattinata dedicata ai piccoli vincitori con un finale in musica.

26 novembre 2015  - 

Una Sala Consiglio gremita di bambini e insegnanti per la premiazione del concorso nazionale "Trecento in bando - Vinci uno scaffale pieno di libri", nell'ambito del progetto In Vitro.

Le scuole che hanno vinto gli scaffali da trecento libri in palio sono:

  • Scuola Primaria, Istituto comprensivo Biella 2, via E. De Amicis 7, Biella;
  • Scuola Primaria, Istituto comprensivo, via Dante, 6, Vigliano Biellese (Bi);
  • Scuola Secondaria I grado, Istituto comprensivo via G. Pella, Cavaglià (Bi).

Dopo i saluti del presidente della Provincia Emanuele Ramella Pralungo, sono intervenuti alla premiazione Flavia Cristiano - direttore Centro per il libro e la lettura -, Giuseppe Bartorilla - responsabile Biblioteca dei ragazzi di Rozzano - e Mariangela De Chirico - coordinatrice progetto “In vitro” a Biella -.

Bellissimo il finale della mattinata affidato a Riccardo Ruggeri, attore e musicista, che ha magistralmente intrattenuto bambini, ragazzi e adulti con la sua voce e la sua chitarra.

Complimenti a tutti i vincitori!

Tutte le fotografie della mattinata le trovate sulla pagina Facebook della Provincia di Biella

Per conoscere il progetto, oltre al sito provinciale è possibile consultare il sito internet www.progettoinvitro.it.

 
(Ultimo aggiornamento: 27/11/15 09:11:29)

 
Dai un voto a questo articolo
Ci sono un totale di 0 voti
 
 

commenti
Commenta la notizia
Nome:

Email:

Commento:


N.B: il commento sarà soggetto ad approvazione, la sua pubblicazione non è pertanto istantanea

 
Invia l'articolo.
 
 

Torna all'inizio