Portale della provincia di Biella

Collegamenti ai contenuti della pagina:
il contenuto della pagina
il menu di navigazione
il motore di ricerca
» Visualizzazione predefinita
» Versione ad alto contrasto
» Versione a risparmio energetico

 
Ti trovi in: [H]  Home » [S]  Sezioni » Trasporti e mobilità » Trasporto Pubblico
 

Menu di navigazione

Contenuto della pagina

Trasporto Pubblico

Trasporto Pubblico

La riforma del Trasporto Pubblico Locale (TPL) si colloca nel più ampio processo di trasformazione della Pubblica Amministrazione la cui attuazione ha comportato la delega di funzioni e compiti alle Regioni ed agli enti locali.

In particolare la legge 15 marzo 1997, n. 59, nel definire le materie le cui funzioni e compiti rimangono di esclusiva competenza statale, conferisce alle Regioni ed agli Enti Locali funzioni e compiti in tutte le altre materie che riguardano la promozione e lo sviluppo delle rispettive comunità, fra le quali il trasporto pubblico.

Nei Decreti Legislativi (D.Lgs.) di riforma del settore del TPL (D.Lgs. 422/97, modificato dal D.Lgs 400/99) e nella Legge Regionale del Piemonte del 4 gennaio 2000 n. 1 (L.R. 1/2000) di attuazione del D.Lgs 422/97 sono stati definiti i principi cardine del riassetto del settore:

  • separazione delle funzioni di pianificazione, programmazione, regolazione e controllo (Regione, Enti Locali) del servizio di trasporto pubblico, dall’esercizio e, quindi, dall’erogazione del servizio, proprie delle aziende;
  • delega alle Regioni ed agli Enti Locali delle funzioni di pianificazione, programmazione, amministrazione, regolazione e controllo delle reti e dei servizi di TPL;
  • definizione dei servizi qualitativamente e quantitativamente sufficienti a soddisfare la domanda di mobilità e cioè dei “servizi minimi” i cui costi sono a carico del bilancio regionale;
  • definizione ex ante della contribuzione pubblica a copertura dei costi di esercizio nel rispetto di un livello minimo di autosostenibilità dei servizi;
  • trasformazione del regime di affidamento dei servizi di TPL: applicazione delle procedure concorsuali per la scelta del gestore dei servizi;

   

La L.R. 1/2000 del Piemonte, in linea con il processo di trasferimento di funzioni e compiti agli Enti Locali e per dare attuazione ai principi di riforma del settore del TPL, trasferisce alle Province alcune funzioni e compiti che riguardano i servizi automobilistici di trasporto pubblico ed in particolare:

  • programmazione operativa ed amministrazione del servizio regionale del trasporto pubblico automobilistico;
  • individuazione e finanziamento dei servizi di trasporto pubblico urbano nei comuni con popolazione inferiore ai 30.000 abitanti;
  • indirizzo e promozione dell’integrazione dei servizi urbani con quelli provinciali;
  • individuazione e finanziamento dei servizi di trasporto pubblico in aree a domanda debole;
  • definizione del numero massimo di autorizzazioni per servizi di noleggio;
  • rilascio delle autorizzazioni all’uso in servizio di linea dei mezzi destinati al servizio di noleggio.

 

(Ultimo aggiornamento: 05/09/2006)

 
Ultime notizie
 

- Nuova rete integrata di trasporto pubblico urbano ed extraurbano biellese

09/11/2015 - Linea Biella-Milano, comunicazioni
Lettera ad Atap del Presidente della Provincia di Biella in merito al servizio autobus.

11/01/2010 - I treni diretti per Milano e Torino sempre più vicini
Una risposta concreta a quanti viaggiano quotidianamente verso le metropoli per lavoro e studio.

 
Pagine correlate
Trasporti e mobilità
Logo Provincia di Biella
 

Torna all'inizio