Portale della provincia di Biella

Collegamenti ai contenuti della pagina:
il contenuto della pagina
il menu di navigazione
il motore di ricerca
» Visualizzazione predefinita
» Versione ad alto contrasto
» Versione a risparmio energetico

 
Ti trovi in:
 

Menu di navigazione

Contenuto della pagina


G.T.B. - Grande Traversata del Biellese

Icona del SITA (sistema Informativo territoriale Ambientale) della Provincia di BiellaLa nuova carta dei sentieri pubblicata dalla Provincia di Biella - foglio 1 e 2

Il Biellese è un territorio caratterizzato da notevoli elementi d’interesse, di carattere sia ambientale sia cultuale. In pochi chilometri quadrati si trovano la più grande morena d’Europa (la Serra), uno dei maggiori santuari mariani della Alpi, quello di Oropa, borghi antichi, ricetti e castelli medievali, la grande area archeologica della Bessa e i vasti altipiani della Baraggia, un angolo di savana africana alle porte di Biella. Intorno si estendono le colline verdeggianti che bordeggiano le Alpi Biellesi, valli e corsi d’acqua e il lago di Viverone.

Questo ambiente variegato potrebbe garantire buone possibilità di sviluppo turistico, ma per vari motivi finora il turismo è rimasto circoscritto ai due poli di Oropa e del lago di Viverone. L’Amministrazione Provinciale di Biella ha dimostrato un nuovo impegno nella valorizzazione delle potenzialità turistiche del territorio biellese; in questo ambito assume un particolare rilievo la Grande Traversata del Biellese (GTB), itinerario escursionistico inaugurato nel 1998 che si estende per più di 200 chilometri di sentieri e stradine pedonali, dotati di segnaletica e pannelli illustrativi. L’itinerario include aspetti ambientali, culturali e antropici.

L’iniziativa, volta alla riscoperta del territorio biellese in modo ecologico, presenta modeste difficoltà e si svolge a quote medie, comprese tra i 400 e gli 800 metri di altitudine. Le tappe che compongono la Grande Traversata del Biellese hanno inizio e termine in località con adeguate strutture ricettive, o almeno collegate con mezzi pubblici a centri ben attrezzati. Trattandosi di quote modeste, l’itinerario è percorribile quasi in ogni stagione, fatta eccezione per alcune tappe nel settore montano.

Il percorso si snoda dalla conca di Oropa, polo della spiritualità biellese, alle colline a ridosso della zona alpina biellese, alle aree boscose moreniche della Serra, fino al lago di Viverone e alla Burcina, passando per Masserano, zona ricca di vigneti. Raggiunge quindi la Valsessera e la valle del Cervo, per poi attraversare i sentieri panoramici del Tracciolino, antica via che univa i maggiori santuari biellesi. La Grande traversata del Biellese può essere percorsa anche parzialmente e partendo da qualunque località dell’itinerario, secondo le specifiche esigenze degli escursionisti; essa rappresenta una delle più significative e interessanti forme di turismo verde del territorio biellese.


 

(Ultimo aggiornamento: 07/12/2012)

 
 
Logo Provincia di Biella
 

Torna all'inizio