Portale della provincia di Biella

Collegamenti ai contenuti della pagina:
il contenuto della pagina
il menu di navigazione
il motore di ricerca
» Visualizzazione predefinita
» Versione ad alto contrasto
» Versione a risparmio energetico

 
Ti trovi in: [H]  Home » [S]  Sezioni
 

Menu di navigazione

Contenuto della pagina

8 marzo - Presentazione Carta di Intenti "Io Parlo e Non Discrimino"
Invito 8 marzo
8 marzo - Presentazione Carta di Intenti "Io Parlo e Non Discrimino"
Nell'aula Magna della Cavallerizza Reale, via Verdi 9, Torino.

23 febbraio 2016  - 

Carlotta Grisorio, Consigliera di parità della Provincia di Biella, segnala questo evento:

Quando parliamo e scriviamo, l'uso che facciamo del linguaggio riflette e influenza il nostro modo di pensare e di agire; è il principale mezzo di espressione del pregiudizio e della discriminazione. Nel nostro Paese il linguaggio è utilizzato ancora in modo “discriminatorio”, continuando a veicolare pregiudizi e stereotipi che trasmettono contenuti culturali e rappresentazioni delle donne legate ai ruoli tradizionali e rendendo perciò difficoltoso il percorso di rimozione degli stereotipi di genere.

Alcuni studi rivelano che esiste uno stretto legame tra l'uso del linguaggio e la disparità sociale di potere. Perciò, usare appropriatamente il linguaggio può essere un potente motore per accelerare il cambiamento culturale e riconoscere uno status di piena dignità per le donne anche dal punto di vista linguistico.

La Carta d’Intenti è rivolta non solo agli enti pubblici ma anche a tutte le aziende e soggetti privati che vogliano impegnarsi nel perseguire questo importante cambiamento formale.

Presentazione Carta di Intenti "Io Parlo e Non Discrimino"
Nell'aula Magna della Cavallerizza Reale, via Verdi 9, Torino, martedì 8 marzo.

In allegato invito e programma.

 
(Ultimo aggiornamento: 23/02/16 15:10:46)

Download
scarica il documento in formato PDF (acrobar reader)  Invito 8 marzo - file pdf
scarica il documento in formato PDF (acrobar reader)  Programma 8 marzo - file pdf
 
 
Invia l'articolo.
 
 

Torna all'inizio