Portale della provincia di Biella

Collegamenti ai contenuti della pagina:
il contenuto della pagina
il menu di navigazione
il motore di ricerca
» Visualizzazione predefinita
» Versione ad alto contrasto
» Versione a risparmio energetico

 
Ti trovi in: [H]  Home » [S]  Sezioni
 

Menu di navigazione

Contenuto della pagina

PSR, strategie per uno sviluppo
Montagna - Pratetto
PSR, strategie per uno sviluppo
Le misure per i Comuni e le Unioni Montane.

09 giugno 2016  - 

Al fine di fare conoscere agli amministratori gli scenari e le possibilità del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Piemonte (P.S.R.) 2014-2020, documento di programmazione e di riferimento per gli interventi in campo agricolo e forestale, approvato dalla UE ed ormai operativo si è svolto, martedì 7 giugno presso il Palazzo della Provincia, un seminario “PSR, le misure per i Comuni e le Unioni Montane. Strategie per uno sviluppo” promosso dalla Provincia in collaborazione con UNCEM e Regione Piemonte Direzione Agricoltura .

Il seminario è stato introdotto dal Consigliere Vincenzo Ferraris, membro per la Provincia di Biella del Comitato di Sorveglianza per il PSR istituito, in attuazione del Reg. CE 1305/2013, con deliberazione regionale 30-2397 del 9 novembre 2015, con il compito di accertare l’effettiva attuazione del programma, che ha spiegato come dalla partecipazione alle riunioni di Comitato sia emersa l’esigenza di informazione su questo importante documento di programmazione che delineerà gli sviluppi dell’economia e del territorio.

Relatori Mario Perosino, funzionario della Regione Piemonte Direzione Agricoltura e Marco Bussone dell’UNCEM Piemonte. Di seguito, vengono richiamate le presentazioni che riportano notizie utili per approfondimenti  e per la consultazione dei bandi aperti.

In allegato i link alle slides.

 
(Ultimo aggiornamento: 09/06/16 12:44:13)

 
Dai un voto a questo articolo
Ci sono un totale di 0 voti
 
 

commenti
Commenta la notizia
Nome:

Email:

Commento:


N.B: il commento sarà soggetto ad approvazione, la sua pubblicazione non è pertanto istantanea

 
Invia l'articolo.
 
 

Torna all'inizio