Portale della provincia di Biella

Collegamenti ai contenuti della pagina:
il contenuto della pagina
il menu di navigazione
il motore di ricerca
» Visualizzazione predefinita
» Versione ad alto contrasto
» Versione a risparmio energetico

 
Ti trovi in: [H]  Home » [O]  Sono » [U]  Un disabile
 

Menu di navigazione

Contenuto della pagina

Turismo, ambiente, viabilità, innovazione: poker per il Biellese
Il presidente Simonetti durante la conferenza stampa di fine anno
Turismo, ambiente, viabilità, innovazione: poker per il Biellese
Prima conferenza di fine anno per il presidente Simonetti.

23 dicembre 2009  -  Nella giornata di lunedì 21 dicembre il presidente della Provincia On. Roberto Simonetti ha tenuto la conferenza stampa di fine anno, per illustrare l’operato dei primi sei mesi di lavoro che la nuova giunta ha svolto.
Il presidente ha toccato tutti i punti principali di quanto compiuto da ogni assessore sottolineando l’importanza fondamentale dell’impegno provinciale, quantificabile in circa otto milioni di euro, per finanziare le politiche attive legate al mondo del lavoro, al mantenimento dell’occupazione in un momento congiunturale così difficile, grazie a diverse iniziative come il catalogo dei corsi di formazione ad iniziativa individuale, che consentono un accrescimento delle competenze professionali individuali dei lavoratori volte all’aumento delle capacità lavorative e della qualità del lavoro.
La Provincia di Biella, ha proseguito il presidente, ha messo a disposizione delle associazioni di volontariato, tramite un bando, la somma di 70mila euro, utilizzando come parametro per assegnare il punteggio di aggiudicazione ad un contributo anche il fatto che un’associazione non abbia beneficiato negli anni scorsi di contributi; questo per consentire un’equa distribuzione di denaro sul territorio.
Per quanto riguarda i lavori pubblici ha evidenziato sia i tanti interventi che hanno comportato costi ingenti quanto interventi meno dispendiosi, ma altrettanto fondamentali come la messa in sicurezza di alcuni tratti di strade provinciali.
Di ragguardevole importanza l’interessamento provinciale per l’ottenimento di un treno diretto Biella-Milano, con un’unica fermata a Novara, che consentirebbe ai biellesi di raggiungere il capoluogo lombardo in poco più di un’ora. Se non si riuscisse a giungere a questo risultato tramite il bando regionale, la Provincia proverà a giocare la carta di assegnare questa tratta ad un’impresa privata, con la quale sono già stati avviati i contatti e le trattative.
Sul fronte dell’istruzione è da porre in primo piano l’intervento per un milione di euro per politiche riguardanti il diritto allo studio ed alla libera scelta educativa, che vedono al loro interno progetti importanti come quelli a favore dei giovani a rischio di abbandono scolastico e quelli dedicati all’integrazione scolastica, tra cui un progetto per audiolesi che utilizzano il sostegno di interpreti LIS (la lingua italiana dei segni). Di notevole importanza anche l’attività connessa al dimensionamento della autonomie scolastiche per il 2010/2011 che ha visto la Provincia condurre la concertazione territoriale con sindaci, dirigenti ed insegnanti al fine di giungere all’approvazione del relativo Piano provinciale. Diverse sono anche le iniziative che vedono coinvolti i giovani in obbligo formativo, appunto per il loro orientamento scolastico e formativo. Ed ancora, lo stanziamento di più di 90 mila euro a favore dell’edilizia scolastica nei comuni fino a cinquemila abitanti.
Molteplici iniziative sono state promosse anche nel campo culturale; da ricordare soprattutto l’attività sulla Via Francigena, il portale “Cammini dell’uomo”, il progetto “Vivi il Natale Biellese”, dove la Provincia ha coordinato le iniziative natalizie con i comuni, ed all’interno del quale rientra anche il progetto Magica Italia-Rai Uno-Enit per la realizzazione di servizi televisivi di promozione. Da mettere in luce anche l’attività ecomuseale, per la quale la Provincia ha stanziato circa 500mila euro, e le iniziative legate alla celebrazione dei 150 anni dell’Unità d’Italia.
Il presidente ha proseguito la sua esposizione, di fronte ai giornalisti, parlando del turismo e della sua importanza strategica per aiutare il Biellese ad uscire dal suo stato di isolamento. Ha poi evidenziato l’importanza di affiancare al turismo gli interventi legati alla tutela ambientale, quindi alla gestione del patrimonio naturalistico e montano che caratterizza il nostro territorio, in quanto, ha specificato Simonetti, “non si può promuovere a livello turistico un territorio che non sia ben gestito dal lato ambientale”.
Sempre sul tema della tutela ambientale il presidente ha messo in risalto i progetti legati all’utilizzo del fotovoltaico, quindi energia pulita e rinnovabile, e la partecipazione a fiere come Forlener ed Eco Life dedicate appunto alla publicizzazione di iniziative di risparmio energetico. Da non dimenticare l’impegno della Provincia riguardo la raccolta differenziata, tramite il versamento di 400mila euro a Cosrab per la sua implementazione.
Simonetti ha poi citato quanto svolto nel campo dello sport, scusandosi con le associazioni sportive per non aver avuto la possibilità di erogare loro contributi per motivi legati al bilancio, che quest’anno sarà chiuso con un disavanzo di circa un milione di euro. La conferenza stampa è continuata parlando di innovazione tecnologica, in particolare sul tema legato alla banda larga, sia in fibra ottica che wireless e di digitale terrestre, per il quale la Provincia si sta già muovendo. “Non vogliamo che il nostro territorio subisca gli stessi disagi verificatisi a seguito dello switch off nel Piemonte occidentale, con diverse zone, soprattutto montane, rimaste al buio, senza segnale; per questo la Provincia, per prevenire inconvenienti, ha già intrattenuto incontri con i presidenti delle comunità montane, i sindaci dei comuni montani e con le emittenti televisive locali e nazionali”, ha spiegato Simonetti.
Il presidente ha ancora citato quanto svolto in campo agricolo e vitivinicolo, mettendo in primo piano contributi per circa 2 milioni e 300mila euro erogati nell’ambito del Piano di sviluppo rurale, destinati alla meccanizzazione, all'ammodernamento ed al miglioramento fondiario, senza dimenticare l’impegno per la difesa della pezzata rossa di Oropa, l’accordo che riguarda la transumanza ed il pascolo in Baraggia e quanto fatto per la prosecuzione dei “Farmer’s Market”, i mercati contadini più vicini al consumatore ed ancora il progetto “Riso secondo natura”, realizzato nell’ambito della Giornata nazionale contro la fame nel mondo, promossa dalla FAO.
Simonetti ha poi affrontato l'argomento autostrada, nonostante la Provincia di Biella non abbia un ruolo di primo piano, ma “la Provincia – spiega il Presidente – non ha mai perso di vista alcun passaggio ed ha vigilato sullo svolgimento dell’iter burocratico legato al bando di gara, e fa da collettore e promotore delle istanze degli enti locali coinvolti da questa fondamentale opera, che aiuterà il Biellese ad avvicinarsi alle grandi zone industriali del Novarese e del Milanese e sarà indispensabile per attrarre turisti sul territorio”.
In fase di chiusura della conferenza stampa il presidente Simonetti ha illustrato il lavoro svolto legato alle deleghe da lui mantenute, in particolar modo riguardo la delega alla montagna, citando i due nuovi presidi del Corpo forestale dello stato a Masserano ed a Sordevolo, ottenuti grazie a diversi incontri direttamente presso il Ministero delle Politiche agricole e forestali, la Consulta provinciale dei sentieri , che si occupa di analizzare i fabbisogni della rete sentieristica provinciale ed ancora la Commissione valanghe istituita per una gestione più snella per l’agevolazione delle iniziative di raccordo territoriale.
Simonetti ha poi parlato di quanto ottenuto grazie alla doppia carica, residente di Provincia e parlamentare, da lui rivestita. Un esempio per tutti: la legge sul Made in Italy, che porterà grandi vantaggi anche al Biellese, grazie alla tutela e tracciabilità del prodotto, la realizzazione di nuove caserme dei carabinieri, grazie agli incontri intrattenuti in prima persona con il sottosegretario Davico ed i rappresentanti dell’Arma, il mantenimento del corso di Ingegneria tessile presso Città Studi, grazie agli incontri con il Ministro Gelmini ed il coinvolgimento del territorio negli incontri con il rettore del Politecnico Profumo. Ha poi evidenziato che nella finanziaria sono previsti soldi in arrivo per il Biellese: sono state raddoppiate le settimane di cassa integrazione, come richiesto da industriali e sindacati biellesi ed ancora sono in arrivo 10 milionidi euro per i comuni montani.
Ancora l’intervento del presidente Simonetti per far rientrare il Biellese nei progetti di EXPO 2015 ed ancora quello di portare Biella a richiedere un’Autority nel campo tessile e salute e la realizzazione dell’Agenzia di marketing territoriale in collaborazione con CCIAA (Camera di commercio) di Biella ed in raccordo con altri enti come UIB e Fondazione CRB.
Il Presidente ha infine chiosato dicendo “sono inoltre orgoglioso e mi ha riempito il cuore vedere cantare il coro Monte Mucrone nell’aula parlamentare nell’ambito del concerto di Natale e vedere il territorio biellese rappresentato da canti sul Mucrone e sulla Madonna nera di Oropa, che ben ci identificano”. Il coro ha infatti avuto la possibilità di esibirsi grazie all’interessamento in prima persona del Presidente. Simonetti ha definitivamente concluso dicendo “A chi diceva che rappresentare due cariche sarebbe stato controproducente per il territorio, ricordo che, al contrario, è un valore aggiunto perché abbiamo la possibilità di rappresentare le istanze del territorio direttamente a Roma, senza passaggi intermedi, ed ora auguro a voi giornalisti ed a tutti i biellesi un felice natale ed un sereno anno nuovo!”
 
(Ultimo aggiornamento: 22/01/10 12:20:19)

 
Dai un voto a questo articolo
Ci sono un totale di 2 voti con una media voto di 4
 
 

commenti
Commenta la notizia
Nome:

Email:

Commento:


N.B: il commento sarà soggetto ad approvazione, la sua pubblicazione non è pertanto istantanea

 
Invia l'articolo.
 
 

Torna all'inizio