Portale della provincia di Biella

Collegamenti ai contenuti della pagina:
il contenuto della pagina
il menu di navigazione
il motore di ricerca
» Visualizzazione predefinita
» Versione ad alto contrasto
» Versione a risparmio energetico

 
Ti trovi in: [H]  Home
 

Menu di navigazione

Contenuto della pagina

Eurolab, l'Europa per i cittadini
Eurolab_conferenza
Eurolab, l'Europa per i cittadini
La prima parte del progetto Eurolab si è conclusa sabato 18 giugno con la firma del patto di fratellanza.

21 giugno 2011  -  La prima parte del progetto Eurolab, ideato dall’Assessorato alla Cultura della provincia di Biella e sostenuto finanziariamente dalla Commisione Cultura Europea, si è conclusa sabato 18 giugno con al firma del patto di fratellanza tra la provincia di Biella, i sette comuni biellesi che hanno aderito nel mese di agosto 2010 al progetto inviato alla Comunità europea ( Cerrione, Candelo, Benna, Piedicavallo, Graglia, Trivero, Viverone ) e le nove delegazioni straniere, gemellate con i comuni biellesi sopra menzionati: Villerest, Sonnaz, La Roche sur Foron, Lentigny(Francia), Pielenhofen (Germania), Jelgava (Lettonia), Starachowice (polonia) e Povljana (Croazia).
Il progetto-aggiunge l’assessore Mariella Biollino, rientra nell’azione 1-misura 1.2 (reti tematiche) della Comunità europea (Europa per i cittadini) con lo scopo precipuo di promuovere la cittadinanza attiva europea e di favorire scambi e iniziative turistiche, culturali, economiche…tra i paesi aderenti all’Unione europea ( o quelli, come la Croazia, in procinto di entrare nel 2013) . Obiettivi del progetto sono quelli di avviare il confronto tra città gemellate in tema di politiche di sviluppo economico e sociale a livello europeo e promuovere lo scambio di buone pratiche ed esperienze - puntualizza l’Ass. Biollino
Le giornate del 16, 17 e 18 hanno visto la presenza di numerosi relatori sia italiani che esteri in merito a tematiche legate a turismo, cultura, economia, istruzione dei vari paesi presenti.
In particolare, nelle tre giornate è stata tracciata una visione globale del Biellese e delle realtà straniere sotto il profilo turisticoi- culturale ed economico. Uno spaccato importante è stato dedicato anche all’istruzione e agli scambi tra scuole. Hanno partecipato vari relatori , tra cui il direttore Atl, Stefano Mosca (turismo) , il dott. Strocco di Unioncamere (economia) , il dott. Alberto Platini per l’UIB (industrie biellesi), ing. Andrea Fortolan (C.C.I.A.A.) ,il dott. Ermanno Bertagnolio (I parchi) , La dott.ssa Ingicco del MIUR e la prof.ssa Gasparetto Mariangela per l’istruzione; importante anche la presenza di relatori delle Comunità montane (ing. Paola Vercellotti) , dell’Enoteca della Serra (ass Guido Dellarovere). Da sottolineare anche la presenza, in qualità di relatore, dell’ass Michele Mosca per quanto riguarda le politiche del lavoro.
Molto suggestivo è stato il momento finale della sottoscrizione del patto di Fratellanza quando le Bande di Candelo e Viverone hanno suonato tutti gli inni dei paesi presenti. Hanno portato il loro saluto l’ass Andrea del Mastro per il comune di Biella, Marco Picchetto per il Consorzio dei Comuni e paola Vercellotti per le Comunità montane, , il consigliere regionale Roberto Tentoni, il sen Gilberto Pichetto e l’on. Gianluca Susta che ha lanciato l’idea di nuovi gemellaggi con protagonisti i comuni biellesi (oggi solo 14 hanno stretto legami con altri paesi europei) . Le donne della Valle Cervo , con i loro caratteristici costumi, hanno portato una ventata fresca di aria di montagna.
Ulteriore scopo del Laboratorio, anche nei prossimi appuntamenti (In Croazia nell’autunno 2011 e a Viverone –primavera 2012) è quello di promuovere una “RETE” delle eccellenze di tutti i territori coinvolti attraverso incontri, working groups, discussioni, seminari congiunti tra i 17 membri della partnership, oltre all’ideazione di una Rete che ponga al centro della sua attività temi di forte


attualità: la capillare ricchezza culturale presente in Europa, la questione dello sviluppo sostenibile locale, la gestione dell'identità in rapporto alle caratteristiche del territorio, il come e il "quanto" combattere una crisi economica mondiale e locale.
L’assessore Mariella Biollino, in conclusione, ha sottolineato la volontà della Provincia di Biella
di varcare i confini dell’Italia, per far acquisire sempre più il vero significato di “essere cittadini europei”.Oggi-ha aggiunto- lingue e culture diverse, sono riunite all’insegna di un dialogo comune su cultura, economia, turismo...Queste tre intense giornate di scambio di esperienze e proficuo lavoro, sono giunte oggi alla loro conclusione formale: il patto di fratellanza.Ma, in realtà, nulla finisce oggi, anzi questa giornata e il documento appena firmato sono il punto di partenza per altre azioni in Croazia in ottobre , a Viverone nella primavera 2012 e per avviare progetti europei su tematiche comuni.Eurolab il complesso progetto ideato dalla provincia di Biella e sostenuto dalla Comunità europea oggi dà vita ad una rete di fratellanza che ha come punto di base i Comuni e che è destinata a durare nel tempo.La soddisfazione di essere quindi arrivati a questo importante momento grande : in questa occasione, 17 comunità si abbracciano, ed è la più bella immagine per un’Europa che si affaccia fiduciosa verso il mondo.Un pizzico di orgoglio anche per la nostra Provincia e per i comuni aderenti. Iniziative come queste aiutano a farci capire come anche delle realtà medio-piccole possano realizzare grandi obiettivi, e porsi direttamente di fronte al panorama internazionale, dialogando alla pari con le realtà europee e contribuendo a creare sinergie e reti di sviluppo.

In un mondo in continua evoluzione, in cui perfino l’Europa rischia di essere piccola, all’ombra della globalizzazione, questi progetti servono a restituire, concretamente, il senso dell’identità europea, anche in questa chiave globale: il dialogo europeo è l’unica condizione per poter giocare le nostre carte, anche economico-culturali, davanti ai colossi della nostra era.
IL dialogo è il Primo vero Pilastro per un’Unione Europea più “quotidiana”, per una collettività capace di sentirsi compatta, responsabile, unita. Sono però i nostri giovani il vero motore del cambiamento e sono loro a cogliere in primis questo importante messaggio.

Il progettoEurolab dà valore al concetto di cittadinanza attiva, ma anche ai progetti di un provincia aperta verso altre realtà europee, ricche di cultura, tradizioni e innovazioni in campo ecnomico. .: un’unione che avvicina non solo noi, presenti qui oggi, ma migliaia di cittadini.

Aderenti al progetto Eurolab

Capofila e ideatore del progetto: Provincia di Biella (IT)

9 paesi stranieri
Partner 1: Comune Pielenhofen – Germania (Gemellato con Cerrione)
Rudolf Gruber- vicesindaco

Partner 2: Villerest - Francia (Gemellato con Cerrione)
Chantal Frere

Partner 3: Comune Sonnaz – Francia (Gemellato con Graglia)
Daniel Rochaix- sindaco

Partner 4: Comune Avrieux – Francia (Gemellato con Piedicavallo)
George Riviere- vicesindaco

Partner 5: Comune Povliana – Croazia (Gemellato con Viverone)
Ivo Pogorlic-sindaco

Partner 6: Comune La Roche sur Foron – Francia (gemellato con Candelo)
Alain Petitot

Partner 7: Comune Jelgava – Lettonia (Gemellato con Trivero)
Ziedonis Caune- sindaco

Partner 8: Comune Starachowice – Polonia (gemellato con Candelo)
Malgorzata Selezak- vicesindaco

Partner 9: Comune Lentigny – Francia (gemellato con Benna)
Bernard Sainrat- sindaco

7 comuni italiani

Partner 10: Comune Piedicavallo (IT) Francesco Giolito
Partner 11: Comune Candelo (IT) Giovanni Chilà
Partner 12: Comune Graglia (IT) Elena Rocchi
(ITPartner 13: Comune Cerrione (IT) Anna Maria Zerbola
Partner 14: Comune Trivero (IT) Massimo Biasetti
Partner 15: Comune Viverone (IT) Antonino Rosa<
Partner 16: Comune Benna (IT) Mauro Nicoli
 
(Ultimo aggiornamento: 21/06/11 11:29:21)

Dai un voto a questo articolo
Ci sono un totale di 0 voti
 
 

commenti
Commenta la notizia
Nome:

Email:

Commento:


N.B: il commento sarà soggetto ad approvazione, la sua pubblicazione non è pertanto istantanea

 
Invia l'articolo.
 
 

Torna all'inizio