Portale della provincia di Biella

Collegamenti ai contenuti della pagina:
il contenuto della pagina
il menu di navigazione
il motore di ricerca
» Visualizzazione predefinita
» Versione ad alto contrasto
» Versione a risparmio energetico

 
Ti trovi in: [H]  Home
 

Menu di navigazione

Contenuto della pagina

Concorso laboratori territoriali “Buona Scuola”, superato il primo step
Due ragazze che leggono un libro
Concorso laboratori territoriali “Buona Scuola”, superato il primo step
Avanti con la progettazione per riuscire a rientrare nei primi 60

23 febbraio 2016  - 

Sono stati ben 529 i progetti pervenuti entro la chiusura dei termini del bando di concorso per i laboratori territoriali previsti dalla legge “Buona Scuola”. 151 le proposte  che, dopo aver superato l’esame della commissione valutatrice, parteciperanno alla seconda fase del bando.

Il prossimo 24 febbraio, in un workshop presso la sede di viale Trastevere, le istituzioni scolastiche selezionate incontreranno gli esperti del Miur per discutere criticità e punti di forza delle loro proposte, per ricevere consigli e indicazioni pratiche per costruire le condizioni di successo dei progetti. Successivamente i responsabili dei 151 progetti dovranno presentare alla commissione valutatrice il piano completo e dettagliato per la realizzazione dei loro laboratori. Saranno 60 i laboratori finanziati per un massimo di 750.000 euro ciascuno.

Al Workshop a Roma prenderanno parte il Presidente della Provincia Emanuele  Ramella Pralungo, il Dirigente Scolastico Cesare Molinari e la progettista del IIS Vaglio  Alessia Baldin.

Al bando, l’IIS Vaglio si è presentato come capofila di una rete che raccoglie pressoché tutte le scuole biellesi, la Provincia di Biella, il Comune di Biella e gli Enti e Associazioni territoriali del mondo del Lavoro.

I laboratori  territoriali per l’occupabilità potranno essere un’occasione per offrire al territorio spazi per la formazione professionale degli studenti delle scuole superiori, spazi per avvicinare alla pratica lavorativa i giovani delle scuole di primo grado ma soprattutto daranno l’opportunità di realizzare percorsi di educazione permanente per gli adulti, di riconversione professionale.

Dagli incontri di Roma si trarranno maggiori indicazioni per la progettazione e soprattutto per riuscire, con l’aiuto dei tanti partners territoriali, a far sì che questo progetto possa essere selezionato tra i primi 60 d’Italia, ricevendo conseguentemente un finanziamento di 750.000 euro.

 
(Ultimo aggiornamento: 23/02/16 12:04:06)

Dai un voto a questo articolo
Ci sono un totale di 0 voti
 
 

commenti
Commenta la notizia
Nome:

Email:

Commento:


N.B: il commento sarà soggetto ad approvazione, la sua pubblicazione non è pertanto istantanea

 
Invia l'articolo.
 
 

Torna all'inizio